• Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 0831-713511/713514
  • 0831-1730016

#RilanciAmoISBEM - Investi in buone azioni per i giovani e per il territorio

#RilanciAmoISBEM
Campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi promossa dal COMEPER
per poter consegnare l'ISBEM (*) al futuro della nostra Comunità:
con fiducia e perseveranza cerchiamo dei BENEFATTORI
che lo sostengano e lo ricapitalizzino al meglio.
(*)Istituto Scientifico Biomedico Euro Mediterraneo

 

 

PREMESSA

ISBEM è un istituto scientifico, strutturato come Scarl (soc. consortile a responsabilità limitata), senza scopi di lucro. È un ente che si ispira a valori universali, fra cui il Paradigma del Dono, e tutte le sue iniziative si traducono in BENE COMUNE. Fondato nel 1999 dalle Università di Pisa e Lecce, dalla Banca del Salento, dall’ASL e dal PASTIS-CNRSM di Brindisi, ISBEM ha oggi 41 Soci, pubblici e privati, che non hanno mai ricevuto né possono ricevere dividendi, in quanto il suo Statuto definisce la totale ed irreversibile assenza di lucro. Nato per aumentare il tasso di ricerca e il numero di ricercatori nel Pianeta Salute, ISBEM rappresenta un solido argine, nel suo piccolo, al grande esodo di risorse umane che affligge il Mezzogiorno. Dalla sola Regione Puglia, in 15 anni, sono emigrati circa 200.000 giovani laureati che sarebbero essenziali per la crescita culturale, civile e moderna, di un territorio periferico e bisognoso di Lavoro ed Innovazione Sociale.
In due decenni, ISBEM ha reclutato e formato più di 100 giovani che hanno fatto percorsi scientifici di rilievo, acquisito competenze, generato domande di ricerca, appreso metodi, sperimentato ipotesi e trovato soluzioni, pubblicate e rese fruibili per tutti: istituzioni, ricerca, imprese, cittadinanza, scuole e mezzi di comunicazione. (per maggiori informazioni clicca per sfogliare la Rivista "ISBEM CON TE")
ISBEM è stato trampolino di lancio per molti giovani che oggi lavorano nel CNR (incluso quello di Lecce), in varie Università italiane (inclusa quella del Salento), nelle ASL (pugliesi e non), in Imprese nazionali ed internazionali, oltre che nella Scuola e in vari altri prestigiosi Centri. Per tale nobile obiettivo, focalizzato sulle risorse umane, cioè avviare i giovani al Dottorato, all’Assegno di Ricerca, alla Specializzazione, ai Master, ai Corsi, agli Stages, etc., ISBEM ha speso più di 2 milioni di €, derivanti da progetti vinti, dal 5x1000, dalle donazioni ed anche dal capitale sociale quando è stato necessario.
A valle di due decenni di intenso lavoro con molte energie profuse per tutto ciò sopra detto, ISBEM attraversa una crisi, solo per il bilancio 2017, che può essere superata se ci si mette insieme, oggi, con fiducia, facendo cose concrete e lungimiranti.
In quest’ottica, il COMEPER (Comitato Mesagne-Per-la-Ricerca) sta promuovendo una raccolta fondi di circa 200.000,00 € (duecentomila) per ricapitalizzare e consolidare l’ISBEM, facendogli superare il temporaneo status di difficoltà finanziaria che gli consentirà di proseguire il suo lavoro in serenità ed efficienza!

 

OBIETTIVI SPECIFICI

  1. Ricapitalizzare l’ISBEM per preservarne tutte le attività progettuali in corso e quelle pronte a partire;
  2. Rivitalizzare l’ex Convento dei Cappuccini come Monastero del 3° Millennio (M3M) che aggrega saperi, strumenti e persone che sono i protagonisti nell’ISBEM e nella comunità, con competenze, creatività ed operatività. (per maggiori informazioni clicca per vedere il breve video del Monastero del 3° Millennio);
  3. Consolidare i progetti di prevenzione e riabilitazione nel Pianeta Salute con iniziative, applicabili su larga scala che proteggono non solo la propria salute ma quella di tutti i Cittadini (Citizens’ Advocacy);
  4. Moltiplicare i Corsi di Orientamento e di Preparazione all’Università (si farà un “brand pugliese”) per aiutare ed instradare al meglio i giovani maturandi che si avviano all’Università;
  5. Internazionalizzare l’ISBEM per valorizzare i talenti e per scambiarsi le Buone Pratiche;
  6. Avviare concretamente la Fondazione di Comunità Messapica Jonico Salentina (MeJoSa), con attori privati e pubblici, regionali, nazionali ed internazionali, che hanno già espresso per lettera i propri positivi intenti al fine di attivare iniziative esemplari e nuovi modelli di business a forte impatto per la comunità.

 

PERCHE' QUESTA CAMPAGNA DI RACCOLTA FONDI PRO-ISBEM

La Salute è un Bene Comune e può essere anche motore di sviluppo e strumento di giustizia.
Pertanto, il COMEPER ritiene che sia interesse di tutti (Istituzioni, Ricerca, Imprese, Cittadini attivi, Scuole e Media Partner) che ISBEM sia vivo e vitale, adempiendo alla sua mission ed imparando ad essere sostenibile nel tempo, cosa per cui oggi si chiede uno speciale supporto concreto. L’aiuto ricevuto con il 5x1000 da solo non basta:
ad es., da anni ISBEM è 1° in Puglia, 3° nel Mezzogiorno e circa 30° in Italia per il 5x1000 alla Ricerca Scientifica. Bel risultato, ma si dovrebbe fare di più quantitativamente, aumentando il numero di pugliesi che destinano il loro 5x1000 ad enti della loro stessa regione. Oggi si regalano altrove, da ben 11 anni, circa 20 milioni di € all'anno.
#RilanciAmoISBEM genererà coesione e innovazione sociale qui ed in altre comunità.
Pertanto, si prega di valutare con attenzione l’opportunità di aiutare l’ISBEM, via COMEPER o anche in altri modi, e diffondere al massimo il presente appello che può essere inviato con libertà, ingegno e creatività. GRAZIE!

 

COME CONTRIBUIRE

Si può effettuare una donazione tramite una delle seguenti modalità:
  • Versamento online con Carta di credito/PAYPAL (cliccare sul pulsante "Donazione")
  • Bonifico bancario al COMEPER utilizzando l'IBAN:
    IT 13 M 05262 79210 CC0831113500
  • Assegno bancario intestato al COMEPER di Mesagne.

 

PER MAGGIORI INFORMAZIONI

Per altre INFO, si prega di chiamare questi numeri 0831-713514-713516-713519-713518-713511 o scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Grazie per l’attenzione e per tutto quello che potrai fare per la campagna #RilanciAmoISBEM

#FairSaturday 2017

Il Fair Saturday è un'iniziativa che si tiene l’ultimo sabato di novembre nelle principali città del mondo: un giorno per cambiare il mondo attraverso l’arte e la cultura, un movimento globale con migliaia di artisti.

Leggi tutto...

Progetto EMEROS – Euro MEditerranean Registry of OSteoporosis

 

 

Descrizione del Progetto:

Il Progetto EMEROS (Euro Mediterranean Registry of Osteoporosis) si propone di costruire un Registro Informatizzato web-based ideato e curato dall’ISBEM (Istituto Scientifico Biomedico Euro Mediterraneo). L’obiettivo è quello di realizzare un Registro specifico dedicato alla raccolta delle informazioni individuali di soggetti che hanno effettuato la densitometria ossea in diversi Centri dell'area Euro-Mediterranea. Il Registro si configura come un database, accessibile via web dai vari Centri mediante l’utilizzo di credenziali dedicate, che ha lo scopo di raccogliere informazioni individuali concernenti i fattori di rischio per l'osteoporosi e permettere al contempo il follow-up di soggetti con diagnosi di osteoporosi o osteopenia al fine di evitare il rischio di fratture, nonché il monitoraggio attivo della compliance alle terapie e la loro efficacia antifratturativa grazie ai follow-up successivi.  Il Registro rappresenterà uno strumento utile a ricercatori e medici specialisti, per poter indagare diversi aspetti, tra cui outcome del paziente, eventuali correlazioni con altre patologie e fattori di rischio, modellazione dei costi diagnostici e uso di farmaci osteotrofici (tipo, compliance del paziente, ecc.). Inoltre esso permetterà di raccogliere informazioni scientifiche provenienti da diverse aree del bacino euro-mediterraneo utili a descrivere e analizzare le diverse popolazioni dal punto di vista epidemiologico, anche rispetto all’influenza della dieta e stili di vita.

Il Registro EMEROS può contare già su oltre 10.000 records dell’ISBEM per l’area ionico-salentina frutto delle precedenti campagne di screening condotte da ISBEM in collaborazione con le ASL salentine, l’area dell’Italia meridionale con il più elevato indice di vecchiaia (numero di anziani >65 anni ogni 100 giovani fino a 15 anni di età). In ultima analisi, EMEROS si propone di contribuire ad ottimizzare la gestione dei pazienti osteoporotici per ridurre l’incidenza delle fratture.

 

Centri che hanno già confermato la loro volontà di partecipare:

ISBEM Brindisi;  Rer. Dr Prisco Piscitelli (OSTEOLAB)

Ospedale San Pietro Fatebenefratelli-Roma- Referente Prof. Alberto Migliore;

Dipartimento di Prevenzione ASL Lecce;

Laboratorio di ricerca interdisciplinare  applicata alla medicina “DREAM” Lecce ;

Medicina Futura group, Napoli;

 “Odisea” Klinike, Gjirokaster - Albania;

 Dr. Athanasios Georgiadis; Dr. Petro Kiritsis -  Grecia ;

 Nova Medical School , Universidade nova de Lisboa; Ref. Dr. Fernando Santos.


Come funziona la piattaforma per EMEROS:

L'accesso alla Piattaforma è riservato alle Unità Operative direttamente coinvolte nelle attività progettuali finalizzate all'elaborazione dei dati raccolti ed alla gestione integrata della patologia osteoporotica, nell’ottica del ''disease management''.

In particolare, ognuno degli addetti ai lavori, può avere accesso al Registro attraverso l'inserimento dei propri dati di autenticazione (nome utente e password) che gli sono stati preventivamente attribuiti.

Una volta che è stato effettuato l'inserimento di nome utente e password e che l'autenticazione degli stessi ha riportato esito positivo (procedura di Login), il sistema provvede a reindirizzare automaticamente l'utente sulla pagina di presentazione.

Tramite l'interfaccia web che costituisce il Registro EMEROS, gli utenti appartenenti ai centri che partecipano al Progetto potranno effettuare le operazioni di seguito riportate, accedendo alle relative sezioni attraverso un apposito menu di navigazione:

  • Visualizzare la sezione di presentazione del Registro (Home Page);
  • Ricerca e selezione dei pazienti attraverso il modulo elettronico accessibile dalla sezione dedicata;
  • Visualizzazione dell'anagrafica del paziente e selezione di una scheda paziente da visualizzare, attraverso la sezione dedicata;
  • Inserimento/modifica/visualizzazione (suddivisa per specifiche sottosezioni ''Fattori di Rischio'', ''Anamnesi Clinica'', ''Fratture'', ''M.O.C.'', ''Terapia'') dei dati di una specifica scheda paziente selezionata, attraverso la sezione dedicata;
  • Modificare la propria password necessaria per l'autenticazione e l'accesso al Registro attraverso la sezione dedicata;
  • Effettuare la procedura di Logout, ovvero di chiusura della sessione di lavoro ed uscita dal Registro.