• Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 0831-713511/713514
  • 0831-1730016

All’ISBEM di Mesagne monitoraggio dello scompenso cardiaco

Il progetto GEODETICA è stato ideato per migliorare la cura dello SCOMPENSO CARDIACO patologia sempre più diffusa ma anche ben curabile se si seguono le buone norme terapeutiche.

Attualmente, GEODETICA è in fase di realizzazione qui nel nostro territorio, grazie a ISBEM e ad altri Partner, vincitori del bando della Regione Puglia (INNONETWORK) con cui si è voluto incoraggiare lo sviluppo di tecnologie e di processi razionali e innovativi a servizio della Salute.
Coordinatore del progetto è la giovane azienda ABINTRAX con sede a Monopoli.
Grazie ad un protocollo clinico, una piattaforma digitale e con l’aiuto di strumenti con cui ognuno può rilevare da se stesso parametri importanti – elettrocardiogramma (ecg), peso, pressione arteriosa, etc. – si valuterà l’efficacia della gestione clinica dello scompenso. In pratica, i parametri monitorati con la suddetta strumentazione (Elettrocardiografo, Sfigmomanometro e Bilancia con Bioimpedenziometria) dovrebbero potenziare gli importanti controlli ambulatoriali che sono usualmente previsti dal PDTA (Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale) della ASL Brindisi per lo Scompenso Cardiaco, quali visita specialistica, esami strumentali, esami ematochimici, etc..

La strumentazione che verrà assegnata ai pazienti
(elettrocardiografo portatile, sfigmomanometro, bilancia con bioimpedenziometria)

Possono partecipare al progetto GEODETICA soggetti di età ≥18 anni affetti da Scompenso Cardiaco di classe NYHA II e III che abbiano a diposizione (in famiglia!) uno smartphone (o device analogo) connesso a Internet per la rilevazione e registrazione, tramite app, dei parametri acquisiti dalla strumentazione suddetta. Con tale iniziativa scientifica, si vuol dimostrare che – aggiungendo alla cura prescritta il monitoraggio di parametri essenziali e analizzando i Big Data (tanti dati) ottenuti via Internet – si può ottenere i seguenti vantaggi per il paziente, per la famiglia e per la società:

  • Ridurre il numero dei ricoveri ospedalieri inappropriati per scompenso cardiaco;
  • Controllare frequentemente i parametri correlati alla riacutizzazione dello scompenso;
  • Migliorare l’aderenza alla terapia (compliance), sempre complessa, dello scompenso.

Il progetto GEODETICA è stato approvato dal Comitato Etico il 20 Marzo 2019 e, di fatto, aspira a essere una GOOD CLINICAL PRACTICE del Pianeta SALUTE.
Il reclutamento inizierà il 10 Dicembre e il monitoraggio avrà una durata di 6 mesi. Per verificare se si è idonei a partecipare a GEODETICA, ci si può rivolgere all’ISBEM in via Reali di Bulgaria, snc, a Mesagne. L’istituto Scientifico Biomedico Euro Mediterraneo è un’Impresa Sociale che fa progetti nel Pianeta Salute e la cui la missione ed operatività è e rimane senza scopo di lucro (http://www.isbem.it)

Si prega di pertanto di contattare i Ricercatori responsabili dell’ISBEM:
Dott.ssa Giovanna CHITANO e Dott.ssa Antonella VIGILANZA:
0831-713516 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ing. Cristina Baglivo: 0831-713514 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Prof. Alessandro DISTANTE: 0831-713512 – 338-6191300 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Essi, a loro volta, si metteranno in contatto con i Medici di Famiglia e gli Specialisti di riferimento (Cardiologi, Geriatri o Internisti), che solitamente hanno in cura i pazienti con scompenso cardiaco.

GENERARE VALORI e PROGRESSO con gli Enti del Terzo Settore

Cordiale INVITO all’evento di Martedì (26 Novembre 2019, ore 17.00) nel Monastero del Terzo Millennio (Convento dei Cappuccini) a Mesagne

La riforma del Terzo Settore, recentemente approvata, (Legge delega 106/16 e relativi dgls) riguarda temi importanti quali:

  • Codice del Terzo Settore;
  • Servizio Civile Universale;
  • Cinque per Mille;
  • Impresa Sociale.

Così, nel nostro ordinamento, viene riconosciuta l’esistenza di un settore che è collocabile tra lo Stato e il mercato profit.

Questo settore è invero un “privato sociale e non per profitto”, i cui fini sono gli interessi generali e il bene comune, cioè gli stessi obiettivi che si pone uno Stato moderno e democratico.

La legge riconosce un mondo che, in questi anni, è cresciuto in tutta Italia: i dati del Censimento permanente sulle istituzioni non profit (ISTAT) ci dicono che in soli 5 anni, dal 2011 al 2015, gli Enti non profit sono passati da 301.191 a 336.275 (+11,6 %).

La gran parte di essi (oltre i 2/3 del totale) hanno dei Volontari al loro interno.

In Italia, se ne contano 5.528.760 e sono aumentati in 5 anni del 16,2%: un dato straordinario, essendoci ben 911 Volontari ogni diecimila abitanti, contro gli 801 che si registravano nel 2011.

Anche nella Regione Puglia il mondo del VOLONTARIATO sta crescendo: nel 2015 sono stati censiti 16.823 enti, con 34.000 dipendenti e ben 218.695 Volontari.

I cittadini attivi e l’economia solidale sono una risorsa per il nostro Paese e in particolare per il Mezzogiorno, in quanto il VOLONTARIO è un collaboratore prezioso, soprattutto per le istituzioni pubbliche.

Nonostante ciò che stabilisce la nostra Costituzione già dal 2001 (l’ultimo comma dell’art. 118, recita “Stato, Regioni, Città metropolitane, Province e Comuni favoriscono l’autonoma iniziativa dei cittadini, singoli e associati, per lo svolgimento di attività di interesse generale, sulla base del principio di sussidiarietà”, c’è da fare ancora molta strada per realizzare una metodologia di governo che unisca, in modo virtuoso, sia la democrazia rappresentativa che la democrazia partecipativa, cioè l’economia solidale con l’intervento pubblico.

L’incontro del 26 Novembre 2019 è promosso dal CSV Poiesis e si terrà a Mesagne, alle ore 17.00, nel Monastero del Terzo Millennio, ex-convento dei Cappuccini, in via Reali di Bulgaria, sede dell’ISBEM.

ISBEM, istituto scientifico biomedico euro mediterraneo, senza scopi di lucro, è divenuto formalmente “Impresa Sociale” soltanto nel 2019, dopo esserlo stato per prassi operativa in tutti i suoi 20 anni di vita.

Questa premessa vale come CORDIALE INVITO per domani 26-XI-2019, in modo da affrontare – insieme e in sinergia – i cardini, i nodi, i meriti, le speranze ma anche le criticità della Riforma del Terzo Settore, la cui applicazione è necessaria anche nella Regione Puglia, per il bene ed il futuro del nostro martoriato Territorio.

Scarica la locandina

#FAIRSATURDAY PISA 2019, ARTE e CULTURA in SALUTE

Spettacoli, Conferenze, Concerti ed Incontri in occasione del Festival mondiale giunto alla sesta edizione.

Pisa, dal 23 novembre al 1 dicembre (vedi il Programma).

 

Sempre in occasione della Manifestazione verrà allestita una Mostra d'Arte, con opere, disegni e installazioni a cura di Andrea Rizzo.

Dal 23 al 30 novembre presso la Gipsoteca di Arte Antica in Piazza S. Paolo All'Orto, 20 (scarica la Locandina).

 

Fair Saturday, un giorno per migliorare la società tramite l’arte e la cultura.